logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Provincia di Rovigo Regione del Veneto

Via L. Ricchieri detto Celio, 10 - 45100 | Tel. +39 0425 386 111 | PEC: ufficio.archivio@pec.provincia.rovigo.it


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Novembre  2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
             

News

Errore caricamento immagine.

Donne e Lavoro. La discriminazione non è un film


Serata Equal Pay Day - 26 ottobre 2010 Presentazione Atti del Convegno dello scorso 13 aprile 2010

Si è tenuta a Palazzo Celio, lo scorso 26 ottobre, la serata di presentazione degli atti del convegno sulla disparità salariale tra uomo e donna, intitolata "La discriminazione non è un film". L’iniziativa, organizzata da "Assessorato e Commissione Pari Opportunità, con la Consigliera di Parità provinciale, si è inserita quale logica conclusione del percorso iniziato lo scorso 13 aprile quando, a livello internazionale, ed anche a Rovigo, si è deciso di celebrare la giornata della "borsa rossa", o "Equal Pay Day", per sensibilizzare l’opinione pubblica riguardo alla disparità di trattamento economico, e non solo, del mondo lavorativo femminile.
Fulcro centrale dell’evento la proiezione di sequenze cinematografiche scelte e magistralmente commentate da Andrea Tincani, cineamatore e Funzionario del Servizio Pari Opportunità della Provincia.
L’intento della serata è stato quello di fornire allo spettatore una serie di riferimenti cinematografici nei quali è stato trattato il tema della discriminazione della donna nel mondo del lavoro, in periodi diversi della storia. Si è partiti da “Riso Amaro” (De Sanctis, 1949), nominato agli Oscar nel ’51 come Miglior soggetto e dedicato alla semplicità delle mondine che con i loro sacrifici e lotte hanno raccontato temi come il duro lavoro, la lealtà, l’amore per la terra. Si è continuato con il film di Higgins del 1980, "Dalle 9 alle 5 orario continuato" che con ironia narra di tre impiegate di un’importante azienda newyorkese che quotidianamente devono sopportare i soprusi e le angherie del loro capo-ufficio, fino a quando uno scherzo del destino capovolgerà la situazione. La terza pellicola mostrata è stata quella del 2006 di Niki Caro, "North County-Storia di Josey" dove la protagonista affronta il duro lavoro nelle miniere del Minnesota, dovendo far fronte anche alle molestie sessuali dei colleghi. "Mi piace lavorare" del 2003 di Francesca Comencini porta invece l’esempio di una giovane donne che, oltre alle mille difficoltà personali, deve vedersela con la falsa amicizia dei colleghi e di un effettivo "mobbing" che la porta a ricoprire ruoli sempre più demotivanti, sino alla depressione. La serata è proseguita con la breve sequenza di "Rosetta" dei fratelli Dardenne del ’99, nella quale viene evidenziata la miserevole esistenza della protagonista Rosetta che, aspirando ad una vita normale, si trova però a dover fare i conti con la dura realtà che la vede costretta ad una continua lotta alla sopravvivenza fra ingiustizie subite, eventi sfavorevoli e infelici, povertà e miseria nella quale lei e la madre vivono. Viene messa in risalto la problematica del "lavoro nero". Ultimo film preso in esame dal dott. Tincani, "La signora del venerdì" di Hawks del 1940 nel quale una giornalista di successo, divorziata dall’editore presso cui lavora, viene da lui ostacolata in tutti i modi per la sua volontà di risposarsi. La induce pertanto, per non perderla come giornalista, ad occuparsi di un caso di un condannato a morte, giustiziato il giorno seguente: si trova così coinvolta nell’evasione di un poveraccio condannato ingiustamente dallo sceriffo e che la donna decide di aiutare.
Presenti alla serata, oltre l’Assessore Brusco e la Presidente della Commissione Avezzù, la Presidente della Provincia, Tiziana Virgili, il Prefetto,dr.ssa Romilda Tafuri, la Consigliera di Parità della Regione Veneto, Lucia Basso e l’Assessore alle Politiche di Genere della Regione Veneto, Maria Luisa Coppola.


Data ultimo aggiornamento: 06/03/2012
via L. Ricchieri detto Celio, 10 - 45100 Rovigo
Telefono: 0425 386 111 - P.IVA e IBAN
Posta elettronica: ufficio.urp@provincia.rovigo.it
PEC:
ufficio.archivio@pec.provincia.rovigo.it